NHAZCA è partner del progetto ENOS: il telerilevamento al servizio dello stoccaggio della CO2

Un consorzio che coinvolge più di 20 partner internazionali, tra cui NHAZCA e l’Università Sapienza di Roma, ha ottenuto un finanziamento per un progetto di 4 anni all’interno del programma HORIZON 2020, finanziato dalla Commissione Europea. Il progetto, denominato ENOS, è un'iniziativa della CO2GeoNet e riunisce le piccole e medie imprese, industrie, centri di ricerca e università provenienti da 9 paesi diversi. Lo scopo principale del progetto è quello di facilitare lo stoccaggio a terra della CO2 in Europa anche per mezzo della sperimentazione e della dimostrazione sul campo delle tecnologie che sono state specificamente progettate per questo tipo di ambienti. NHAZCA darà il suo contributo al progetto di ricerca mediante l'applicazione di diversi tipi di tecniche di telerilevamento per il monitoraggio delle deformazioni su un sito di prova. 

Qui di seguito, alcuni dettagli sul progetto ENOS.

 

Per raggiungere l'ambizioso obiettivo voluto dalla Commissione Europea di una riduzione dell'80% delle emissioni di gas a effetto serra entro il 2050, la cattura e lo stoccaggio della CO2 (CCS) sono necessari per muoversi rapidamente verso l'implementazione a grande scala delle soluzioni di stoccaggio geologico sia onshore che offshore. Lo stoccaggio a terra offre una maggiore flessibilità, infrastrutture ridotte e minori costi di monitoraggio. L'attivazione dello stoccaggio a terra supporterà la gestione delle strategie di de carbonizzazione a livello territoriale, migliorando la sicurezza dell'approvvigionamento energetico e delle attività economiche locali, oltre a garantire un incremento dei posti di lavoro in tutta Europa. Tuttavia, il successo dello stoccaggio a terra richiede anche alcune sfide tecniche e sociali che devono essere superate. Grazie ad ENOS si otterranno dei progressi decisivi che contribuiranno a favorire lo stoccaggio a terra della CO2 in tutta Europa attraverso: 1) Lo sviluppo, la sperimentazione e la dimostrazione in campo, in "condizioni reali", di tecnologie chiave specificamente adattate per lo stoccaggio a terra. 2) Contribuire alla creazione di un ambiente favorevole per lo stoccaggio a terra in tutta Europa. Il sito di ENOS offrirà una grande opportunità per la dimostrazione di tecnologie per l'immagazzinamento sicuro e ecocompatibile a scala globale. Le migliori soluzioni saranno sviluppate utilizzando l'esperienza acquisita dagli esperimenti in sito con la partecipazione di stakeholder e soggetti pubblici. Questo produrrà un miglioramento dei risultati di ricerca integrati e servirà ad aumentare la comprensione e la fiducia delle parti interessate nel processo di stoccaggio della CO2. In questo quadro migliorativo, ENOS catalizzerà nuovi progetti pilota e dimostrativi in nuovi siti e assetti geologici in Europa, tenendo conto del contesto sito-specifico e locale socio-economico. Con lo sviluppo di tecnologie dal TRL4/5 al TRL6 per tutto il ciclo di vita di stoccaggio della C02, alimentando la conoscenza e l'esperienza nella formazione e nell'istruzione e la cooperazione a livello pan-europeo e mondiale, ENOS avrà un impatto decisivo sull’ innovazione e costruirà la fiducia necessaria per lo stoccaggio della CO2 in Europa.