Metodo PRIOROCH

Il metodo PRIOROCH (PRIOritizing ROCkfall Hazard), sviluppato da NHAZCA S.r.l. per il supporto alle autorità incaricate della gestione e mitigazione del rischio da frane per crollo, consiste nell’investigazione di scarpate in roccia (raramente accessibili per indagini dirette) completamente da remoto mediante innovative tecniche di telerilevamento come l’Interferometria SAR Terrestre, il Laser Scanner Terrestre e la Termografia a Infrarosso. Attraverso l’integrazione delle informazioni ottenute da tali tecniche, infatti, è possibile definire e perimetrare settori di scarpata maggiormente predisposti a fenomeni di crollo, secondo diverse classi di priorità. Tale classificazione si basa sull’integrazione di informazioni di tipo statico (derivanti da accurate analisi geomeccaniche eseguite sul modello 3D ad alta risoluzione del rilievo Laser Scanner) e su indizi relativi allo stress meccanico, come trend di spostamento reversibili o non reversibili (identificati attraverso il monitoraggio con Interferometria SAR Terrestre) ed anomalie termiche superficiali (identificate con analisi termografiche).