Monitoraggio del territorio a servizio dell’Oil&Gas

Cliente: Geoservizi Srl
Periodo: Giugno 2012
Luogo: San Martino sulla Marrucina (CH)
Tecnologie: Interferometria SAR Satellitare

Problematica

Indagare il rapporto tra i processi di instabilità del suolo e le attività di estrazione del gas svolte negli ultimi 20 anni.

Soluzione

E’ stato effettuato il rilevamento e la misurazione degli spostamenti al suolo avvenuti negli ultimi vent’anni (1992 – 2010) in un’area di 20 km2 utilizzando le tecniche di Interferometria SAR Satellitare Avanzata (A-DInSAR), dai dati disponibili nell’archivio dell’Agenzia Spaziale Europea, al fine di definire l’evoluzione spaziale e temporale degli eventuali spostamenti e la loro correlazione con l’estrazione del gas e le precipitazioni. I risultati tramite la tecnica A-DInSAR sono stati poi correlati con quelli ottenuti tramite le tradizionali indagini geologiche e geomorfologiche di campo e con l’interpretazione delle fotografie aeree.

Risultati

Non è stato rilevato un processo generalizzato di subsidenza causato dalle attività di estrazione del gas che, dunque, non ha avuto alcuna influenza sulla deformazione superficiale del terreno. Inoltre, è stata monitorata l’evoluzione spaziale degli spostamenti rilevati al fine di valutare i potenziali pericoli per gli edifici e le infrastrutture. La dinamica dei processi principali è stata modellata con grande dettaglio. I processi più importanti sono stati analizzati con tecniche avanzate su scala locale, tenendo conto degli aspetti geologici e dei processi locali. Infine, le instabilità dei versanti non hanno mostrato alcuna relazione diretta con le attività di estrazione del gas.